Neurofeedback Dinamico

DF_Webstamp_Italian_2019

IL NEUROFEEDBACK DINAMICO NON LINEARE

 

Il Neurofeedback inteso come possibilità di lavorare tramite dispositivi direttamente con l’emissione delle onde elettromagnetiche cerebrali esiste negli Stati Uniti dal 1971.

Il Neurofeedback Dinamico Non Lineare (NFBD) che utilizziamo a Nexus è stato prodotto e sviluppato da Zengar Institute, prima negli USA e in poi Canada, a partire dal 2001, da Valdeane Val Brown e da sua moglie Sue Brown, entrambi psicologi clinici.

I coniugi Val Brown hanno integrato le recenti teorie fisiche e matematiche con le neuroscienze e hanno messo a punto l’attuale versione “dinamica” del Neurofeedback.

Il NFBD è una metodologia non invasiva che permette al cervello di dare informazioni su e a stesso in un continuo processo di autoregolazione. Tale  processo produce cambiamenti e miglioramenti a livello

  • cognitivo
  • emotivo
  • fisico

L’obiettivo dell’utilizzo del NFBD è ridurre lo stato di sofferenza grazie alle qualità intrinseche del nostro cervello, che è in grado di autoripararsi e regolarsi.

 

CARATTERISTICHE

= sulla base dei principi di neuroplasticità e di omeostasi dinamica che lo caratterizzano, il cervello è alla ricerca perpetua delle condizioni ideali di equilibrio ed è in continua evoluzione

= la plasticità del cervello rende sempre possibili i cambiamenti per migliorarne il funzionamento

= il NFBD a qualsiasi età e condizione psicofisica si adatta al funzionamento specifico di ogni cervello e lo porta a confrontarsi con se stesso come “davanti ad uno specchio”, favorendo il superamento di incoerenze e rigidità di funzionamento e l’accesso progressivo a un equilibrio ottimale

= il NFBD è un metodo non invasivo che permette al sistema nervoso centrale di innescare un processo di autoregolazione, ottimizzazione e rilassamento. Per queste ragioni il NFBD è spesso usato come complemento alle terapie tradizionali

= non è uno strumento medico e anche figure non sanitarie possono utilizzarlo

 

SVOLGIMENTO SEDUTA

= La durata di ogni sessione di NFBD è di 33 minuti circa durante i quali la persona sta distesa o seduta comodamente, ascolta in cuffia musica rilassante e non è richiesta di compiere alcun tipo di sforzo

= Vengono applicati 5 sensori sulla teca cranica e alle orecchie. I sensori  registrano l’attività cerebrale e inviano i dati al software, che li analizza 256 volte al secondo. Il software rileva per ciascun individuo e in ciascun momento il margine di variabilità ottimale dell’attività cerebrale e a ogni variazione o squilibrio genera  un’interruzione di poche frazioni di secondo nel fluire della musica che la persona sta ascoltando. I sensori hanno il solo scopo di TRSMETTERE dati al software, NON INDUCONO corrente elettrica o elettromagnetica.

= La brevissima, talvolta impercettibile, interruzione musicale “informa” in tempo reale il cervello attraverso l’udito sulla propria instabilità emergente e lo stimola a ritrovare coerenza e a riorganizzarsi.

 

 

SEDUTE NECESSARIE

= Variano a seconda delle problematiche, degli obiettivi e delle caratteristiche individuali di ciascuno

= Si consiglia di partire con una previsione minima di 20/30 sedute

 

CONTROINDICAZIONI

= Il NFBD non è invasivo, non ha effetti collaterali, non ci sono restrizioni d’uso legate all’età o alla patologia

= E’ quindi indicato per bambini, adolescenti, adulti e anziani

= Non è uno strumento diagnostico

 

 

AREE SPECIFICHE DI APPLICAZIONE

  • acufeni
  • problemi fisiologici quali affaticamento, stanchezza cronica, somatizzazioni, alterazioni del sonno
  • problemi psicologici: rimuginio depressivo e/o ansioso, autostima, chiarezza mentale
  • problemi comportamentali: aggressività, rabbia, attenzione
  • miglioramento nella gestione delle difficoltà in genere
  • incremento del senso di padronanza della propria vita
  • miglioramento nelle prestazioni sportive

 

Siti di riferimento